Intervista a: Paqman & Serena

28 02 2009

Dopo il recente articolo in cui abbiamo parlato del due svizzero-italiano Paqman & Serena, siamo lieti di avere qui per poter scambiare quattro chiacchiere i dueprotagonisti. Si tratta di una giovane coppia sia a livello artistico che sentimentale, che hanno pubblicato di recente un lavoro “Andata e Ritorno” di cui abbiamo già ampiamente parlato. Ma adesso vediamo cosa ci dicono loro a riguardo conoscendoli meglio.

Salve ragazzi, come va? Sono felice di avervi qui come ospiti e poer fare con voi 4 chiacchiere. Grazie per aver accettato l’invito.
Ciao a te Paky, grazie a te per avermi invitato. Sono molto felice per questo.

Qual è stato il vostro primo incontro con la musica che vi ha fatto innamorare di questo genere e capire che la vostra strada artista è questa?
Bhe, il primo disco Hiphop che abbia mai ascoltato fu “Cattivi maestri” dei Piombo A Tempo e ora che ci penso meglio, ricordo anche “Odio pieno” dei Colle Der Fomento uscito circa due anni dopo. Quest’ultimo, personalmente, rimane tutt’ora il miglior prodotto discografico hiphop italiano di tutti i tempi.
Nell’estate di quell’anno, comprai anche l’audiocassetta dei Fugees! Gran bel disco! Iniziai a scoprire che nell’Hiphop era presente la piattaforma più solida per la massima espressività vocale. L’idea di mettere in rima concetti più o meno seri, mi faceva impazzire.
Inoltre, secondo i miei gusti e il mio personale parere, una delle frasi più belle e significative nella storia dell’Hiphop italiano l’ha detta Lou-X con la sua “..la gente è stanca di chi gli manca trentanove per fare quaranta..”. Con questa frase secondo me ha detto tutto…
Un paio di anni dopo, iniziai a scrivere le mie prime e goffissime rime su di un foglio assieme ad un mio amico che nutriva la mia stessa passione.

Perché avete scelto l’Hip-Hop?
Ascolto tantissima musica e tanti generi differenti: DubStep, Jazz, Blues, Drum & Bass, Pop Rock e altri ancora. Amo fortemente la musica nella sua globalità..ma ripeto, l’hiphop è il massimo dell’espressività secondo il mio punto di vista.

Per quanto riguarda questo genere musicale, è meglio la scena italiana o svizzera?
Ti sembrerà una frase banale Paky, ma in svizzera l’Hiphop si vive diversamente che in Italia. Il perché non so spiegarlo, ma è così. Dovrei farti degli esempi che al momento non mi vengono in mente ad essere sincero. Ehehhe

Parliamo un po’ del vostro lavoro “Andata e Ritorno” (che ho ascoltato con estremo piacere). Com’è nato questo album? Da quali esperienze? Da quali emozioni?
L’Album racchiude bene o male i punti chiave della nostra storia. “Andata e ritorno” è lo slogan che rappresenta la nostra vita assieme. Io sono nato e cresciuto a San Vito Dei Normanni (paese che tra l’altro amo moltissimo) nella provincia di Brindisi. Serena invece è nata in Svizzera tedesca ma i suoi genitori sono lucani. Io e lei ci siamo conosciuti tramite un sito internet/forum Hiphop al quale eravamo entrambi iscritti. Dopodiché ci siamo sentiti per telefono per giorni..finché poi non è nato l’amore. Ci vedevamo una volta al mese: a turno salivo io in Svizzera o scendeva lei in Puglia. Possiamo ben dire che conosciamo a memoria tutti i tipi di treni. E a volte ho avuto l’impressione che il Sig. “Sessa Pasquale” (il Re dei finestrini sui treni), fossi io.

Quale brano vi ha emozionato di più e coinvolto maggiormente nella realizzazione e composizione?
Il brano che più mi piace è “Ricordi d’infanzia” con la partecipazione di Maxi B e di Morph.
È un pezzo che è stato scritto col cuore…e poi Raven, (produttore nonché esecutore), è riuscito a realizzare un beat a mio parere, straordinariamente bello. Affascinante e significativo il part di Maxi e singolare la voce di Morph nel ritornello.


Quali sono i messaggi del vostro lavoro? Quindi che temi avete trattato maggiormente?

Se vuoi faccio una “svizzerata” e te li elenco in ordine sequenziale:

1-Intro: Non c’è alcun messaggio in particolare….a parte quello elanimilbus (1”05’)
2-Andata e ritorno: Raccontiamo ciò che provavamo quando eravamo rispettivamente in viaggio in treno.
3-Situazione di disagio: Il tema più duro dell’intero album. Raccontiamo vari tipi di disagi attuali, soprattutto a livello di cronaca.
4-Diversa: È un pezzo solista di Serena. Molto criticato da chi non è riuscito a cogliere l’ironia.
5-Segreteria Telefonica Pt.1: I nostri amici più cari ci hanno lasciato un messaggio nella segreteria telefonica; ed ognuno di loro ci ha augurato qualcosa.
6-Non mi fermo qui: Io e il grande Alessio Beltrami, siamo riusciti a realizzare un brano che ha riscosso molti feedback positivi; e non nascondo che ne vado fiero.
7- Un’altra estate: È stato il singolo che ha anticipato l’uscita dell’Album. È sicuramente la canzone più allegra. Raccontiamo spensieratamente di quanto sia splendido il periodo estivo.
8-Straniero: In questa canzone è racchiusa tutta la rabbia di Serena…
9-Segreteria Telefonica Pt.2: Altri amici ci hanno lasciato un messaggio nella segreteria telefonica.
10-Ricordi d’infanzia: come ho spiegato pocanzi: Serena, Maxi B ed io, parliamo della nostra fanciullezza tra gioie e dolori.
11-Tra emozione e sentimento: È la canzone più “sdolcinata” se vogliamo dargli un termine…
12-Non trovo pace (DJ Esoph RMX): In realtà questa canzone uscì in una compilation circa 3 anni fa. Il DJ romano ha voluto assolutamente fare un remake. A mio parere, ben riuscito.

Com’è stato realizzare il vostro primo lavoro? Avete riscontrato qualche difficoltà?
Tantissime difficoltà, Paky. Purtroppo entrambi lavoriamo molto e spesso non era semplice conciliare musica e lavoro. Inoltre abbiamo avuto grossi ritardi per quanto concerne le tracce separate dei beats da far missare a Bassi Maestro ecc.. Ma, come annunciamo anche nel disco “Ce l’abbiamo fatta”.

Che aspettative vi siete prefissati di raggiungere con questo lavoro?
Sarà usuale dirlo, ma sinceramente questo lavoro l’abbiamo fatto innanzi tutto per una soddisfazione personale e per divulgare quali fossero i nostri pensieri a chi avrebbe ascoltato il nostro prodotto. Conosciamo persone che hanno acquisito ogni piccolissimo particolare del nostro lavoro, e ne siamo contenti.

Per chi volesse acquistare il vostro album a chi si deve rivolgere o dove è possibile reperirlo?
Onestamente parlando, sugli Online Store italiani, il nostro prodotto è giustamente contrassegnato come “Import” e per tanto leggermente più costoso del dovuto. Per tanto, chi fosse interessato all’acquisto, potete farlo tramite PayPal direttamente sul nostro Myspace: http://www.myspace.com/paqmanserena. Inoltre per gli amanti del Digital Download, può acquistarlo su ITunes e gli altri maggiori Online Stores in rete.

Perché avete scelto questo ramo dell’Hip-Hop più soft/pop, rispetto al più comune gangsta/club rap?
È lo stile che sicuramente ci rispecchia di più. Inoltre, non mi attrae quel genere di Hiphop…anche perché, chi sceglie di esprimersi tramite questo stile, vive situazioni differenti dalle nostre; per tanto è giusto che ognuno segua la sua linea artistica.

Quali sono le vostre influenze artistiche? Quali le vostre muse?
Ammetto sempre d’essermi ispirato a Maxi B. Uno dei pochissimi in Italia che scrive sempre dei testi straordinariamente significativi e spesso toccanti. È stato un privilegio aver realizzato un brano assieme a lui.

Quali sono i vostri sogni e quali desideri vorreste veder realizzati un giorno?
Abbiamo già un appuntamento col nostro sogno, Paky: il 4 Agosto di quest’anno ci sposeremo in Puglia.

Purtroppo il nostro “colloquio” termina qui, mi ha fatto veramente tanto piacere avere l’opportunità di discutere con voi. Se permettete lancio un messaggio personale: “acquistate il loro lavoro è veramente ottimo, 12 tracce da ascoltare e riascoltare” Come ho detto il tempo è scaduto, se volete dire qualcosa, non so un messaggio…qualsiasi cosa… a voi carta bianca. Buona fortuna per tutto e auguroni per il vostro giorno speciale del 4 Agosto.
Paky, ti ringrazio nuovamente per l’intervista e ringrazio anche colui o colei che si è preso/a il tempo per leggerla tutta sino in fondo. Inoltre, un ringraziamento anticipato và a chi deciderà di acquistare il nostro lavoro fonografico.

Annunci

Azioni

Information

One response

1 03 2009
Mike

Just passing by.Btw, you website have great content!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: