Intervista a DoubleGJ

29 09 2008

Non vedo miglior modo di inaugurare questo blog intervistando a mio avviso un grande dell’Hip Hop. Parlo di DoubleGJ, noto produttore, compositore, rapper, DJ e beatboxer che per mia fortuna ho avuto modo di conoscere in questi ultimi tempi, scoprendo come sia un’ottima persona prima che artista.

Cercheremo di capire un po’ di più chi è questo personaggio e principalmente di cosa si occupa, nonché come ha avuto questa ispirazione per questo genere e come porta avanti i suoi progetti, tra cui il primo portale italiano sul rap IlRap.com.

Salve DoubleGJ, come va? Che ci racconti di bello? Mi fa piacere averti qui e avere l’onore di poterti intervistare.

L’onore è tutto mio

Bene, adesso cerchiamo di capire un po’ chi sei e andiamo con le presentazioni. Raccontaci un po’ di te: chi sei? Qual è il tuo vero nome?

Il mio nome all’anagrafe è Luigi ma non mi chiama cosi nemmeno mia madre Gli amici mi chiamano o Gigi (Giggi in Romano) o DoubleG che poi è la stessa cosa Gigi = GG = DoubleG.

Insomma Giggi.

Approfondiamo un po’, qual è il tuo paese d’origine e dove lavori maggiormente?

Io sono nato in provincia di Roma a Velletri ma da sempre vivo e lavoro a Latina. Adoro la mia Città e ne vado orgoglioso soprattutto perché è una zona tattica clamorosa. 5 minuti dal mare, 5 minuti dal lago, 15 minuti dalla montagna, 40 minuti da Roma, 90 minuti per andare a Sciare. E poi a Latina ci sono le donne più belle d’Italia Senza nulla togliere alla mozzarella di bufala hehe

Il tuo nome è legato non solo alla produzione di testi, brani, album ma so che sei anche un ottimo beatboxer. Principalmente però come ti definiresti?

In primis mi sono sempre sentito poeta. Ho cominciato cosi, a scrivere rime. Avevo 9/10 anni e scrissi una poesia dedicata alla nascita dei miei 2 nipoti Gemelli e da li non ho più smesso.

Sei un artista legato al mondo Hip Hop su questo non c’è dubbio, ma quando hai iniziato a lavorare in questo campo? O meglio quando hai scoperto questa tua passione per la musica e per questo genere in particolare?

Dopo due o tre anni di poesie finite nel dimenticatoio, ascoltando una musicassetta importata dagli USA scoprii i Public Enemy e i RUN DMC. Era il 1988 e da li cominciai subito a fare testi e il DJ con dei giradischi di legno trovati in cantina da mia nonna, mixavo senza preascolto capivo gli attacchi mettendo l’orecchio vicino la puntina, roba da Jedi huauha. Essendo un Nerd di costituzione (“DJ NERDS” DoubleGJ e Fiorla nel 1989) non fu difficile per me fare delle basi utilizzando il mio vecchio IBM Compatibile della Vegas con CPU 8088 e una Sound Blaster comprata in Texas a Wichita Falls (ancora me lo ricordo che bello) a 8 Bit 22Khz. Una qualità audio penosa se confrontata con le schede che abbiamo oggi ma all’epoca ero l’unico che lanciava le campionature mentre mixava e sembrava chissà cosa.

Come tutti hai iniziato dal nulla credo, nel senso che non sei nato famoso o già con progetti fatti, quindi ricordi qual è stato il tuo primo lavoro e il tuo primo progetto in questo campo? Come andò allora?

Il fatto che mi consideri una persona famosa mi fa molto piacere ma non credo di esserlo ancora molto.

La mia prima formazione fu “I MARZAPANE” con Giustino (che non rappa più) e la mitica FDJazz che suona ancora insieme a me quando riesce (lavora molto). Con i Marzapane ho suonato soprattutto in centri sociali, in eventi a sfondo politico e manifestazioni socialmente impegnate. Di fatto in passato abbiamo collaborato molto con Greenpeace, con la Lila per la lotta all’AIDS, con la Cooperativa latinense Astrolabio per l’acquisto di mezzi di trasporto per le persone diversamente abili, manifestazioni antisgombero di centri sociali e cosi via.

La seconda formazione è storica…“I SENTI QUA”! i primi SENTI QUA erano composti da me, FDJAZZ e un ragazzo con il quale non ho più nessun rapporto a causa di una lite (4Cash) vedi testo “MC Nel Buio”.

Suonammo per 10 anni in tutta l’Italia del Centro e Sud ma amministrando ILRAP.COM mi sono accorto che fuori dalla zona nostra ci conoscono in pochissimi nonostante suonammo anche a Mondello sul palco di Match Music durante la Merit World Cup davanti a 86.000 persone (roba da cacarsi sotto). Nel 2004 è subentrato nei SENTI QUA il grande MARVELMEX con il quale ho fatto il CD chiamato “Audio” (10.000 downloads circa da ILRAP.COM) Ora mi sto trovando molto bene anche con Skuba (ex-IRAFUNESTA) e stiamo facendo delle cosette belle nuove insieme.

Tornando ad oggi, attualmente dove sei maggiormente impegnato e che lavori stai portando avanti?

ILRAP.COM è un impegno mostruoso e ultimamente è ancora più pesante visto che tra i componenti dello staff (Amministratori) non ci sono più i buoni rapporti che c’erano un tempo. Comunque il lavoro più pesante in assoluto lo fa Skuba che scrive tutte le news e le biografie del sito, cosi guardo lui che si fa il culo e mi rincuoro hehehe (sono un bastardo)

I progetti che sto portando avanti dopo la pubblicazione di “7 giorni Dopo EP” fatto con Naghi e Skuba sono:

Un CD con Skuba su basi Crossover troppo belle fatte da Fabio Righi in arte Fobia (un chitarrista di Latina).

Al momento le registrazioni sono ultimate e il CD è in fase di missaggio. Come tempi di lavorazione ha richiesto 1 anno per le basi e 2 anni per i testi e le registrazioni. E’ un Album molto introspettivo che ha richiesto, per la lavorazione e stesura dei testi, dei momenti particolarmente emozionali ed intimi. C’è l’anima nostra in questo CD con tutti i pro e i contro. Su molte rime sono state versate lacrime amare. L’unica cosa che posso dire è che non uscirà in Free Download perché sono stati investiti fino ad ora 7.000 Euro di studio di registrazione.

Un altro CD è in preparazione da 2 anni dove io ho fatto tutte le basi e dove rappiamo Io MarvelMex e Skuba.

E’ un CD maledetto dico sempre scherzando perché non riusciamo mai a finirlo nonostante il fatto che tutte le basi e tutti i testi siano pronti da 2 anni. Ogni volta capita qualcosa per cui non si riesce a finire. E dopo che passano mesi di fermo, riascoltando il lavoro fatto, ci viene sempre voglia di ricominciarlo da capo. Proprio oggi è tornato MarvelMex dalla Sicilia ed abbiamo deciso insieme con Skuba di ricominciare tutto da capo, anche a causa di un mio problema di salute.

Ieri mi è stato diagnosticato un edema alle corde vocali e dovrò stare in silenzio per 30 giorni, dopo di che probabilmente dovrò subire un operazione. In passato ho sempre preso con filosofia queste cose perché se ti capitano c’è poco da fare, bisogna affrontarle come meglio si può. Ho anche subito due trapianti di cornea e non mi sono mai abbattuto. Ora non ti nascondo che per la voce, con il fatto di non poter rappare, col fatto che sto andando a delle serate Live dove avrei dovuto cantare soltanto per aiutare ad organizzare, sono un po’ demoralizzato 😛 E va beh…. Vediamo che succede.

Sempre inerente al discorso tuoi progetti, visito spesso il sito IlRap.com, mi illustri un po’ questa idea? Come nasce? Con quale scopo?

ILRAP.COM è nato da un idea dei 4 amministratori. Io faccio rap da 20 anni ed ho avuto i miei momenti di gloria ma nonostante questo resto tutt’oggi uno artista sconosciuto o quasi. Ci venne l’idea di fare un portale del genere per 2 motivi. Il primo, informare la gente in modo tale che la cultura che tanto amiamo abbia la possibilità di proliferare. Il secondo, è ovviamente quello di spingere e promuovere le nostre iniziative. Sarei un ipocrita se lo negassi e credo che non ci sia niente di male a pubblicizzarsi dopo aver dato cosi tanto al mondo del Rap con ILRAP.COM.

Sul tuo portale noto anche vari album che possono essere scaricati in maniera gratuita. Iniziativa questa a mio avviso importante al giorno d’oggi anche come elemento di auto-promozione. Ecco spiegaci un po’ come mai avete scelto questo metodo per promuover i vostri lavori? Molti hanno paura della rete e del downloading voi invece vi siete schierati dalla parte opposta come mai?

Quando abbiamo pensato di creare ILRAP.COM è nato tutto dal cercare di promuoverci in modo alternativo. Mi scervellavo di trovare una soluzione pensando ai canonici sistemi discografici Italiani e non se ne usciva. Le Radio importanti erano blindate, le TV importanti idem, i circuiti giusti erano solo per i prodotti sintetici delle Major.

Il fatto di avere un mezzo mediatico importante nelle mani come ILRAP.COM ci ha dato la possibilità di fare una scelta: o vendere poche copie dei CD come tutti gli altri artisti o regalare i nostri prodotti per farci conoscere e poi tentare di rientrarci con le serate Live.

Ovviamente in base alla prima legge di Murphy non ci siamo mai rientrati hehe.

Ce lo ha permesso il fatto che lo studio di registrazione fosse Gratis perché di mia proprietà. Il mitico Studio DeGG (Che poi sarebbe “Studio De Giggi” o “Studio De DoubleG”) è un garage adibito a studio di registrazione con tanto di insonorizzazione e gabbiotto. Essendo stato il primo rapper di Latina non avevo a mio tempo qualcuno che mi aiutasse in alcun modo, per questo con lo Studio DeGG ho sempre istruito, guidato, formato, aiutato a migliorare tutti i rapper più giovani di Latina e provincia. MarvelMex ha cominciato venendomi a trovare a Studio. Cosi Exo, Surfa, MrPigna, Sonik7, D-Strutto, Skuba e tanti altri. Ovviamente ognuno ha sviluppato un suo stile e identità e ora camminano tutti con le proprie gambe, alcuni anche troppo. A Latina sanno tutti che il vecchio zio Double è un ubriacone con il quale ci si può sempre andare a fare 4 chiacchiere. Soltanto adesso sto prendendo soldi per registrare le nuove leve perché sono più al verde che mai.

Sempre nel discorso internet-web, come consideri la sempre maggiore diffusione delle reti p2p come mezzo di diffusione di opere e lavori? A tuo avviso sono un deterrente per gli artisti o possono anche essere visti come vantaggi per voi? Ad esempio non sono più isolati i casi in cui artisti decidono di intentare cause contro chi scarica i propri prodotti…cosa pensi a riguardo di tutto ciò?

Io penso che gli artisti siano le vittime del caso…..l’unico neo è che i carnefici non sono i ragazzi che scaricano dal p2p. E chi è il carnefice allora? Lo sappiamo tutti chi è…

Lo stato che non tutela la classe in questione, e le Major che hanno pensato solo a mangiarci sopra.
Un tempo si era costretti a comprare quello che le Major decidevano, adesso i tempi sono cambiati e gli utenti di Internet SCELGONO quello che vogliono sentire. Ci sono persone che hanno 10 Gb di MP3 ma sentiranno si o no una quarantina di canzoni. Ovviamente, il resto è scrematura. Al di la di questo il problema sta a monte, se c’è un furto alla base, un furto da parte di tutta una nazione è evidente che la colpa sia di una mala gestione dello stato. I discorsi che si possono fare sono veramente tanti, basti pensare al fatto che le famiglie non arrivano a fine mese per colpa dell’Euro…..ad un padre di famiglia cosa può interessare se il figlio scarica qualche canzone da Internet? E’ lo stato che deve tutelare gli artisti, non il padre di famiglia. Paghiamo la SIAE su tutto, anche sugli Hard Disk e CD Vuoti, una tassa incostituzionale per dei presunti diritti di presunti artisti che la SIAE non ridistribuirà mai a nessuno. Il problema non sono gli MP3 ma tutta l’Italia. Sentiamo che sono gli MP3 perché sulla musica c’era un magna magna mafioso, altrimenti non sarebbe fregato niente a nessuno, come non frega niente a nessuno di tante altre ingiustizie. Se ti scarichi il mio CD non c’è nessun problema perché sul mio CD non ci mangia nessun pappone. Senti i cani grossi che abbaiano quando non li nutri. Se tocchi una puttana senza pappone nessuno viene a dirti niente, ma se sbagli peripatetica si muovono anche le leggi dalla loro parte. Internet è il futuro e lottare contro il futuro è impossibile come la storia ci insegna. Le innovazioni per quanto siano difficili da affrontare vanno prese come una benedizione. Se mi dovessi fare un’auto-domanda, chiedendomi se è più importante per me ricevere denaro per la mia musica o che TUTTI POSSANO ASCOLTARE TUTTA LA MUSICA, sceglierei di fare la fame, e sono sicuro che tutti i veri artisti lo sceglierebbero. Non sono gli artisti che ce l’hanno col p2p, sono i papponi. Basterebbe che la SIAE facesse un sito dove tutti possono scaricare tutta la musica che vogliono, che pagasse poi i diritti agli artisti in base ai download e ai voti del pubblico. Far pagare una tassa insieme alla connessione per cui uno possa scaricare tutto quello che vuole senza rotture di sorta. Ecco questa era la prima stronzata che mi è venuta in mente ma sono sicuro che con 10 minuti in + potrei dirne altre 10 sicuramente migliori di ogni soluzione che stanno adottando attualmente.

E la cosa da non sottovalutare è che DOWNLOAD non significa GRADIMENTO.

Se scarico un CD che fa cacare i ragni per quanto è brutto lo cancello subito e non vedo perché dovrei pagare per un anteprima di un CD pessimo. I tempi sono cambiati, l’unica cosa che non cambia è l’Italia….un paese dove tutti sanno cosa non funziona e chi sta derubando le casse dello stato e nessuno fa un cazzo di niente oltre che a lamentarsi come faccio io in questa intervista. Scusate lo sfogo.

Torniamo a noi. So che oltre ad amministrare il sito ilRap.com hai creato anche una TV Rap o meglio Ilrap.tv, ci illustri quest’altro progetto?

ILRAP.TV è stato un tentativo di WebTV su ILRAP.COM. Non pochi sono stati i problemi per realizzarla. Intanto la difficoltà mia personale per il fatto che facevo quasi tutto, Autore delle Gag, Regista, Cameraman, Montatore, Tecnico delle Luci e cosi via…. I mezzi che avevamo a disposizione erano pochi, La mia telecamera Canon XM2 e un PC con una scheda d’acquisizione video con qualche effetto in real time per non morire di vecchiaia durante il montaggio.

ILRAP Television è andato in onda su SKY e questa è stata la cosa che mi ha fatto uscire più di testa perché: senza soldi, realizzare una puntata ogni 2 settimane, portando avanti ILRAP.COM e andando a lavorare come tutti vi assicuro che equivale a morte certa.

Ho retto 3 mesi e poi ho interrotto nonostante Sky, dato che l’emittente in questione ci aveva promesso la possibilità di utilizzare i loro mezzi (Green Screen, Radio Microfoni a pulce, Cameramen) e poi invece si è rimangiata tutto.

Attualmente sto cercando di tirare su un Green Screen e tentando di comprare una nuova scheda d’acquisizione video che faccia il Chroma Key in tempo reale per fare una seconda edizione del programma cosi da far uscire puntate con cadenza randomica e un certo tipo di calma.

Per ora il buio economico non permette un piffero.

Andiamo di nuovo sull’aspetto Hip Hop e nel suo mondo. Secondo te in Italia ci sono buone premesse affinché questo genere possa evolversi come si deve? O credi che il nostro Bel Paese non sia ancora pronto?

Io posso dire cosa è per me bello ma non è detto che sia il giusto. L’oggettività non è cosa da abbinare al gusto e come dico sempre, il RAP perfetto è quello che ti piace. Comunque se ci tieni a conoscere i miei gusti ti dico che in Italia non sento roba veramente forte da tempo.

Credo di essere molto fortunato perché ho avuto la possibilità di seguire la crescita di un MC di rara fattura che scrive cose profonde come pochi ed ha uno stile tutto suo, Skuba, con tutti i suoi difetti credo sia uno di quei geni incompresi che verrà studiato dopo la morte (che culo Sku)…se analizzate i suoi testi noterete subito che scrive in modo del tutto epico.

Penso nel modo più assoluto che Caparezza sia un genio lirico anche se mi piacerebbe sentire qualcosa di veramente nuovo da lui e cioè qualcosa non legato al personaggio in se, che rischia di diventargli una costrizione durante il processo creativo.

Sono rimasto come uno stronzo quando ho sentito “A TE” di Jovanotti, mi sono sentito un incapace è veramente bella quella canzone….anche Fango è molto toccante.

Poche cose sono veramente belle. Mi piace molto come scrive e interpreta il cantautore/attore romano Hyst e sto aspettando il suo CD con ansia da diverso tempo solo che lui è un po’ come me che spinge gli altri e si dimentica di spingere se stesso hehe.

Gli altri non è che non siano bravi o che non sappiano rappare per carità, ognuno fa la sua cosa….però peccano un po’ tutti sul fatto che non si rinnovano.

Su ILRAP.COM io non esprimo mai giudizi in base al mio gusto personale perché uno degli obiettivi principali del sito è la totale IMPARZIALITA’ per dare modo all’utente di scegliere di ascoltare la musica che preferisce. Ciò non vuol dire che non mi piaccia discutere apertamente dei pezzi degli altri o dei miei, l’importante è che ci sia il RISPETTO alla base, altrimenti non stiamo nemmeno più parlando di RAP.

Affinché questo bellissimo genere musicale, anzi stile di vita oserei dire, abbia ancora più diffusione e maggiore eco cosa si potrebbe fare? C’è da dire che qualcosa si muove ma forse non con quella celerità sufficiente, non credi?

Per la diffusione c’è ILRAP.COM si spera un giorno che diventi qualcosa di sempre più grande perché tutti hanno uno spazio sul nostro sito per farsi promozione. Dalla schiappa che ha cominciato da 3 giorni al veterano che si fa il culo da 20 anni.

La cosa bella però è che il Rap non ha mai avuto bisogno di niente o nessuno per vivere. Senza ILRAP.COM, gli artisti che fanno Rap, continuerebbero a fare il loro Rap come sempre, anche senza MTV. Il Rap lo fai perché DEVI farlo, non puoi smettere nemmeno se lo vuoi perché se ce l’hai dentro lui esce e cerca di infettare quante più persone possibili. Da sempre il Rap brilla di luce propria anche quando resta sepolto nell’Underground.

Se in Italia c’è il Rap Italiano il merito non è di nessun sito o tv o radio o casa discografica che sia…il merito è degli MC che da sempre si fanno il culo senza avere niente in cambio.

Inerente al discorso musica, riesci a vivere solo grazie a questa o hai anche altri impieghi che vanno al di là di questo campo?

Io faccio il professore di Informatica per vivere ma non essendo di ruolo guadagno poco e niente. Arrotondo con quello che riesco, siti internet, montaggi video, doppiaggio, registrazioni audio, assistenze tecniche su computer, reti e cosi via. Fortunatamente ho il sostegno della mia famiglia che nei momenti peggiori c’è sempre, sono molto fortunato.

Ognuno ha i suoi sogni e magari i suoi progetti che vorrebbe veder realizzati prima o poi. I tuoi quali sono?

Come ogni artista mi piacerebbe vivere guadagnando con le mie passioni. Ma ancora di più mi piacerebbe un giorno avere una famiglia sana con un figlio che suoni qualche strumento e mettermi li, vecchio e rincoglionito, a sentire la sua musica…

Giungendo quasi al termine volevo farti una domanda un po’ curiosa, come forse avrai capito sono un tipo un po’ curiosetto e girando sempre nel tuo MySpaces ho trovato questa frase tra virgolette “L’arte è l’espressione di ciò che sento senza nessun vincolo”, firmata DoubleGJ. Insomma sei anche intellettuale? Scherzo, non è questa la domanda ma: illustraci questo tuo pensiero racchiuso in questa bella frase.

Io credo che non si possa diventare un artista, puoi studiare quanto vuoi ma non diventi un genio. Un artista lo si è dalla nascita. Sei particolare dal primo giorno che apri gli occhi. Io scrivo molti aforismi e il primo è stato proprio quella frase. Alcuni MC scrivono i loro testi col fantasma della scena dietro le spalle, e cioè rendono conto al pubblico mentre creano. Io penso che non c’è niente di più falso e ipocrita. Il processo creativo deve essere come quando uno caga. Crudo Sporco e Puzzolente. Una volta tirato fuori tutto quello che dovevi puoi decidere se rendere partecipe il mondo della tua creazione o meno. Altrimenti non sei un artista sei un artigiano e devi vendere il formaggio.

Ti incollo qualche aforisma mio che ho scelto per il caso:

Easy: “La semplicità è Bellezza”

Hardcore: “L’uomo è un appendice del Pene”

Dualismo: “L’assenzio rende le donne belle”

Fecalismo: “Ho un lavoro talmente di merda che a fine mese mi danno la busta caga.”

Purtroppo caro Double l’incontro termina qui, prima di chiudere volevo farti i miei più sinceri complimenti poiché conoscendoti meglio in questo periodo mi sei sembrato davvero un’ottima persona e un bravissimo artista specie sincero e onesto, qualità queste difficili da trovare tra chi ha comunque notorietà o almeno è conosciuto rispetto ad altri. Non mi resta che darti un in bocca al lupo e augurarti un buon prosieguo nel tuo campo lavorativo. Spero di risentirci presto. Ciao.

Ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato e per le belle parole nei miei confronti. Per quanto uno cerchi sempre di essere modesto fa sempre piacere sentirsi dire che sei una brava persona. Poi ovviamente hai conosciuto solo il Giggi che t’ho fatto vedere. Ne esiste uno che beve un sacco di alcol e fa cose che non si possono dire hehehehe

Mi scuso se sono stato prolisso ma in questi giorni non posso parlare con la voce e un po’ mi sono sfogato scrivendo hehe.

Grazie ancora a te e al tuo Staff, vi auguro di tirare su un bel movimento con le vostre iniziative.

Pace e Brace.

DoubleGJ

Intervista realizzata da Paky www.myspace.com/paky_s per Progetto Hip Hop

Annunci

Azioni

Information

9 responses

1 10 2008
Silas

Bella intervista…

Ciao Gigiiiii XD

14 10 2014
aforismi oscar wilde

aforismi oscar wilde

Intervista a DoubleGJ | Progetto Hip Hop

14 10 2014
configurazione router tiscali netgear

configurazione router tiscali netgear

Intervista a DoubleGJ | Progetto Hip Hop

16 10 2014
Come ci si comporta ad un appuntamento

Come ci si comporta ad un appuntamento

Intervista a DoubleGJ | Progetto Hip Hop

17 10 2014
configurazione router Teletu emule

configurazione router Teletu emule

Intervista a DoubleGJ | Progetto Hip Hop

29 08 2016
backdoor modem alcatel come si risolve

Hey un mio аmico mi ha inviato la url di questo blog e sono
passata a vederе se daѵvеro merita. Mi piaace enoгmemente.
L’ho messo tra i preferiti. Ѕρⅼendido sito e grafica spettacolare!!!

31 08 2016
configurazione modem teletu

Ꮪono 1 settimana che ceгco e il tuo blog è laа ssola cosa interessante che
trovo. Moltⲟ pregevole. Sᥱ tutte le persⲟne che cгeano blog badasssero a produrre materiale apprezzaƄile come il tᥙo la гᥱte sarebbe di
sicuro pіù efficace. Continua così!

19 02 2017
download formula alpha 3f pdf

No Fórmula Alpha 3F você vai aprender exatamente passo a passo a gretar
do zero, como atrair garotas nota 10, independente da sua aparência ou idade. http://fifthtarget5.blogcindario.com/2017/01/00002-formula-alpha-3f.html

19 02 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: